Gen 14

Per le imprese che vogliono innovare €.10.000 a FONDO PERDUTO

Per le imprese che vogliono innovare  €.10.000  a  FONDO PERDUTO

Perché

Il Ministro dello Sviluppo Economico ha istituito, a beneficio delle micro, piccole e medie imprese (PMI) un contributo di € 10.000 per la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico.

Quanto

Saranno concessi contributi, nella misura massima del 50% dei costi sostenuti e per un importo massimo di 10.000 euro.
Cosa

Le spese ammissibili dovranno tutte essere finalizzate alle attività di miglioramento organizzativo e di digitalizzazione elencate.

Chi

Possono richiedere il Voucher tecnologico le micro, piccole e medie imprese (MPMI) aventi sede legale o unità locale attiva sul territorio nazionale.

Quando

L’erogazione del contributo è effettuata dal Ministero in unica soluzione sulla base della documentazione di spesa presentata dall’impresa richiedente.

Come

A un successivo provvedimento è demandata la definizione dei termini e delle modalità di presentazione delle domande per accedere al beneficio, fermo restando che le stesse dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica.
Lo studio e’ intermediario abilitato alla presentazione di suddette domande.

Cosa serve

Per presentare la domanda l’impresa dovrà disporre:
a) di un indirizzo di posta elettronica certificata valido e funzionante;
b) della firma digitale del legale rappresentante o di un suo delegato all’interno della sua organizzazione;
c) dei preventivi per i prodotti e/o servizi che si intende acquistare. Lo Studio dispone di vari preventivi modulati per tipologia e investimento.

Leggi di più

L’impresa richiedente non deve essere sottoposta a procedura concorsuale, non trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione (anche volontaria), di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente.

L’intervento è finalizzato a sostenere, tramite contributi in forma di Voucher pari ad € 10.000, l’acquisto di software, hardware o servizi che consentano:

– il miglioramento dell’efficienza aziendale;
– la modernizzazione dell’organizzazione del lavoro, tale da favorire l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità, tra cui il telelavoro;
– lo sviluppo di soluzioni di e-commerce;
– la connettività a banda larga e ultralarga;
– il collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare, attraverso l’acquisto e l’attivazione di decoder e parabole nelle aree dove le condizioni geomorfologiche non consentano l’accesso a soluzioni adeguate attraverso le reti terrestri o laddove gli interventi infrastrutturali risultino scarsamente sostenibili economicamente o non realizzabili;
– la formazione qualificata, nel campo ICT, del personale delle suddette piccole e medie imprese.
– Per la gestione della domanda, contattare i nostri riferimenti.

No comments yet.

Leave a Comment

reset all fields